Al 12 dicembre valutazioni emesse auto comprate.

Contatto autobiz

02 87368379

Il salto tecnologico della valutazione auto

 

I metodi per la valutazione del prezzo di un'auto usata si sono evoluti nel tempo. Al meglio, naturalmente, perché le tecniche utilizzate oggi sono prive di errori umani grazie allautomatizzazione dell'intero processo di valutazione. 

All'inizio del XX secolo, l'auto è diventata un prodotto di largo consumo con lo sviluppo del lavoro a catena negli stabilimenti produttivi. Le prime valutazioni nel settore delle auto sono andate di pari passo con l'ascesa del mercato dell’usato nel Nord America, poi in Europa, dopo la prima guerra mondiale.

Le valutazioni delle auto si sono evolute con gli strumenti utilizzati per ottenere ed elaborare dati collegati ai prezzi. Gli editori hanno sviluppato il proprio know-how. La stima delle auto usate potrebbe quindi essere basata sui valori di riferimento forniti dai produttori e dai loro distributori. Si è quindi applicato un modello matematico al calcolo del deprezzamento, che prendeva prevalentemente in considerazione l’anno di immatricolazione e il chilometraggio.

Al fine di ottimizzare la valutazione del proprio parco auto nei risultati contabili, le amministrazioni e le grandi società hanno dovuto applicare il loro prontuario, basandosi anche sui feedback dei propri acquirenti. I valori medi potrebbero essere rivisti al rialzo o al ribasso a seconda delle stime degli esperti, o addirittura delle negoziazioni con i produttori. Tali adeguamenti, essenziali per stimare un valore futuro di un veicolo, hanno rimesso in discussione l'obiettività della valutazione, fino a quando non sono stati attuati i principi contabili IFRS a partire dai primi anni del 2000.

Anche i piccoli annunci per automobili pubblicati sui giornali sono stati utilizzati come base di calcolo delle valutazioni di auto usate, con lo svantaggio di indicare solo l'offerta. Per misurare il divario con i reali prezzi della transazione, si sono ottenuti dati dai professionisti nel settore della distribuzione automobilistica. Tale tecnica ha escluso i prezzi applicati tra privati.

Nel corso del tempo gli editori di valutazioni hanno cercato di migliorare la stima delle auto usate, applicando metodi di calcolo basati sui prezzi della transazione, distinguendo quelle effettuate tra privati e quelle che coinvolgono almeno un professionista.

Le valutazioni delle autovetture hanno fatto un balzo tecnologico con il passaggio dei piccoli annunci su Internet nei primi anni del 2000. Si sono potuti quindi sviluppare programmi per la raccolta e l'analisi delle informazioni messe online.

Gli strumenti oggi utilizzati consentono di elaborare regolarmente diversi milioni di rilevazioni dei prezzi, automatizzando tutti i calcoli di una valutazione.

Tuttavia, possono ancora esserci differenze da un fornitore all'altro. Pertanto, il livello qualitativo delle stime dipende principalmente dalla copertura realizzata dal mercato, dall'intelligenza degli algoritmi sviluppati e dal parametro di riferimento utilizzato, per identificare e registrare tutte le finiture delle auto usate lanciate ogni anno.

autobiz è leader mondiale nella quotazione delle automobili. La società propone le sue valutazioni in quasi 30 paesi su tre continenti. Mantiene la propria leadership tecnologica investendo ogni anno in R&S il 15% del suo fatturato, al fine di perseguire il miglioramento dei modelli statistici. Per saperne di più.